venerdì 22 novembre 2013

Trucchi contro il Mal di Mare


La chinetosi, dal greco kìnetos/movimento, è il termine scientifico identificativo del mal di Mare, il malessere che alcune persone provano in barca. 

Questo disturbo, comune durante i primi due giorni in cui si sale in barca, è la reazione del nostro corpo sottoposto ad accelerazioni e decelerazioni ripetute e movimenti ritmici che sollecitano in continuazione il nostro apparato nervoso, obbligandolo a elaborare continuamente dati per ristabilire il giusto grado di equilibrio. Questa eccessiva stimolazione dell’apparato vestibolare ( uno dei centri che regola l’equilibrio, localizzato vicino all’orecchio interno e costituito da tre piccoli canali semicircolari, orientati secondo le tre direzioni dello spazio e pieni di liquido, detto endolinfa, che si adatta ai movimenti del corpo), finisce per interessare i centri del vomito localizzati a livello cerebrale e a determinare i sintomi tanto temuti.



Il mal di Mare, è sempre in agguato per guastare le uscite in barca, ma non bisogna lasciarsi impaurire, generalmente dura poco tempo e, grazie a semplici “trucchi” può essere efficacemente combattuto

EccoVi alcuni consigli da osservare con scrupolo, soprattutto quando le condizioni del mare si faranno più intense.
  • Quando si inizia una navigazione, magari anche di una sola giornata, è salire in barca avendo fatto una colazione “asciutta” e salata:  cracker salati, toast o un panino (evitate di assumere bevande alcoliche, gassose, dolci e acide o bevande eccitanti, quali caffè o tè).
  • Se siete in mezzo al mare e le condizioni meteo cominciano a farsi più impegnative, mai scendere sotto coperta, dove i movimenti sono ampliati e, in più, manca l’aria. Restate fuori, respirate e : impegnatevi in qualcosa di pratico, questo vi impedirà di pensare a quella fastidiosa nausea.
  • Se siete in vista della costa, osservate l’orizzonte: guardare un punto fisso, aiuterà i vostri occhi, i vostri centri dell’equilibrio e il vostro cervello a mettersi d’accordo.
  • Mangiate poco e frequentemente durante la navigazione (evitate cibi ricchi di grassi, speziati, difficilmente digeribili e dolci).
  • Se il mal di Mare piano piano si sta impadronendo di voi,  ingerite subito qualcosa solidoMa attenzione a cosa. Un rimedio efficacissimo è il pane, meglio se con molta mollica, oppure dei crackers, meglio se salati. Anche le banane funzionano bene.
  • Copritevi (fa freddo anche d’estate in barca, non fate i gagliardi a torso nudo con 30 nodi) e stendetevi a occhi chiusi a pancia in su nel punto più basso della coperta e respirate cercando di accompagnare i movimenti della barca.
  • In caso di vomito prolungato, è bene reinserire liquidi e minerali per evitare complicazioni. 

Per chi preferisce invece rimedi farmacologici le possibilta sono:


  • Dimenidrato (Xamamina compresse, Travelgum gomme masticabili) risultano efficaci per prevenire  anche se hanno una notevole azione sedativa in grado di indurre sonnolenza dopo la loro assunzione. 
  • Cerotti (Transcop) , da applicare nella zona retroauricolare. Si sono dimostrati veramente efficaci e vengono usati anche dai subacquei.  Contengono microdosi di Scopolamina (1,5 mg) che vengono rilasciate lentamente ed in modo continuativo per essere assorbite attraverso la cute alle dosi di 0,5 milligrami al giorno nell’arco di 3 giorni, esercitando l'effetto antiemetico per tutta la durata dell’esposizione al movimento. 
  • Braccialetti (P6 Nausea Control)la cui l'attività antinausea si ispira ai principi dell' agopuntura ed è ottenuta mediante acupressione, è rapida, sicura e priva di effetti collaterali. Sono indicati per tutti, adulti, bambini, donne in gravidanza e anziani. I bracciali inoltre  sono lavabili e riutilizzabili, anche più di 50 volte.
Infine come per tutte le cose di mare, esistono anche le "leggende" e quindi anche per il mal di mare esistono metodi che dividono l'opinione tra quelli che li ritengono efficaci e quelli che non ci credono. Li riporto senza alcun commento, non li ho mai provati.

  • I pescatori dicono che un altro cibo anti-mal di mare sono le alici sotto sale
  • Tanti sostengono che la Coca-cola sia una vera e propria manna dal cielo per combattere la nausea.



Buon vento.

Nessun commento: