martedì 16 settembre 2014

Le vele dello Sloop


Iniziamo una serie di post tecnici indirizzati al ripasso (per alcuni) o la comprensione (per altri) delle funzionalità delle varie vele di una moderna barca a vela e della loro corretta regolazione a tutte le andature.
Ovviamente parliamo dell'armo velico più diffuso ai giorni nostri: il cosiddetto armo Sloop bermudiano detto anche Marconi.


LE VELE BIANCHE


LA RANDA
Nelle imbarcazioni moderne è la vela principale, ha forma triangolare allungata nel senso dell'altezza, è inferita nell'albero e nel boma. Le rande moderne sono dotate di stecche per mantenere la forma ideale ed evitare vibrazioni della balumina. La randa è dotata di due coppie di fori detti prese di terzaroli che permettono di ridurre progressivamente la superficie esposta al vento in caso di vento forte o burrasca, ammainandola parzialmente. La randa nelle imbarcazioni moderne può essere di tipo avvolgibile, l'uso è più facile ma si rinuncia a circa il 10% di superficie velica e il taglio non è ottimale per un compromesso con l'avvolgibilità.  



IL FIOCCO
Termine generico della vela di prua di forma triangolare normalmente inferita nello strallo di prua, in realtà il nome deriva da una precisa tipologia di vele di prua che secondo le dimensioni e la forma prendevano il nome di olimpico, fiocco 1, 2, 3, ecc.. Nelle imbarcazioni moderne vengono chiamate fiocco anche:  

  • Il genoa: Caratterizzato dall'avere dimensioni maggiori del fiocco (fino al 150%) con una lunga base, deve il suo nome alla città di Genova dove fu utilizzato per la prima volta nel 1926.  
  • La tormentina: Piccola vela di prua dal taglio molto magro che può essere utilizzata anche con vento molto forte o burrasca.  



LE VELE PER ANDATURE PORTANTI



LO SPINNAKER 
Grande vela di prua, di forma simmetrica, indicata per le andatura portanti dal lasco alla poppa. Viene murata su di un tangone, asta orizzontale lunga normalmente quanto la distanza tra l'albero e il punto di mura del fiocco e posizionabile in modo da rimanere perpendicolare alla direzione del vento. Lo spinnaker ha una superficie che può essere doppia rispetto ad un genoa e consente di sfruttare la spinta meglio delle vele inferite, ma ha una notevole difficoltà d'uso che in genere la relega al mondo delle regate. Normalmente costruita in nylon, tessuto leggero, resistente e non poroso e che può essere colorato senza per questo alterare le sue caratteristiche.  



IL GENNAKER 
Vela di prua di notevoli dimensioni e di forma asimmetrica che viene murata come un fiocco non inferito mediante un bompresso, asta che sporge dalla prua longitudinalmente all'asse della barca. Di più semplice uso rispetto allo spinnaker il gennaker è indicato per le andature dalla bolina larga al lasco.  

Buon Vento.

mercoledì 10 settembre 2014

Mastclimber per salire sull'albero da soli


A volte può servire di salire in testa d'albero per effettuare qualche manutenzione, per liberare una cima incattivita, per sbloccare un windex ossidato, per controllare l'antenna del VHF...



I velisti da sempre hanno realizzato diversi metodi per risolvere questa problematica, c'è che ritiene che gli scalini sull' albero siano i più pratici, chi usa metodi home-made ad hoc per la propria imbarcazione, chi usa il banzigo facendosi issare...

Ci sono però occasioni in cui si è soli e non si può disporre di aiuto esterno. In questi casi il consiglio è sempre di rimandare, soprattutto per noi che navighiamo su piccole barche poco stabili, ma se proprio non è possibile, allora è consigliabile utilizzare sistemi appositamente progettati.

In commercio esistono varie soluzioni, che permettono di salire in testa d'albero senza ausilio da parte di altri, tra queste il Mastclimber, che nasce dall'esperienza degli alpinisti, e consiste in due ganci che possono bloccarsi su di una cima, un seggiolino e una fascia per i piedi. 

Si sale spostando alternativamente i due ganci. Quando si fa salire il gancio che porta su il seggiolino, si scarica il peso sulla fascia per i piedi e, quando, invece, si fa salire il gancio della fascia poggia piedi, si scarica il peso sul seggiolino.



Non è una cosa difficile da usare, ma sicuramente è un esercizio che richiede un dispendio di energie notevole.

Esistono anche altri sistemi removibili da utilizzare da soli, come MastMate  oppure Topclimber  oppure la scala antitorsione della Osculati...

Buon Vento.

venerdì 5 settembre 2014

Gassa d'amante, in quanti modi sai farla?


Cosa sia la gassa d'amante o a cosa serva, non stiamo a spiegarlo, ogni Velista lo sa.
Come sa che è uno dei pochi nodi fondamentali da imparare a fare anche ad occhi chiusi e possibilmente in modi diversi, come diverse sono le situazioni in cui capita di doverlo fare.


Per questo vi proponiamo un video molto interessante che mostra ben nove modi diversi per fare questo utilissimo nodo.
Può essere utile a tutti guardarlo, per la possibilità di imparare modi nuovi di farlo, che si potranno utilizzare nelle situazioni in cui i modi che conosciamo risultano scomodi.



Buon Vento.

martedì 2 settembre 2014

Kite Tender, per volare sull’acqua a 20 nodi


Il Kite Tender è un nuovo e incredibile mezzo a propulsione velica progettato e costruito dall'olandese Peter Renssen. L'idea gli è venuta 15 anni fa quando vide un kiter che avendo problemi al ginocchio per tornare a terra saltò su una piccola barca da pesca con il kite e raggiunse terra.

A quel punto pensò di unire una deriva ad un Kite per fare un nuovo tipo di navigazione: il KiteSailing, così è nato il Kite Tender



Si tratta di un monoscafo costruito con compensato marino e incollato con resina epossidica, a deriva mobile appositamente realizzato per la navigazione con vela ad aquilone che invece di avere albero e vele è collegato ad un Kite.  
Ne esistono 2 modelli:
  • il Kite Tender 400 che misura 440 cm di lunghezza, 132 di baglio massimo, 75 kg di peso e può essere facilmente trasportato sul portapacchi dell’auto
  • il Kite Tender 650  che è possibile  dotare di un piccolo motore fuoribordo e per il quale è possibile scegliere tra un aquilone standard ed uno da gara

In Europa il Kitetender 400 è attualmente venduto al prezzo di € 5.299.



Di bolina il Kitetender va abbastanza veloce e può stringere fino ad un angolo di 45 gradi. La velocità massima misurata ad oggi è stata di oltre 20 nodi


E' Vela o non è Vela?  Si chiederanno in molti, ma per quanto mi riguarda la domanda dovrebbe essere: è divertente on no
La risposta mi sembra abbastanza scontata, guardate questo video girato in Inghilterra, zona Isola di Wight, con velocità medie tra i 15 e i 20 nodi, lo spasso sembra assicurato e personalmente lo proverò alla prima occasione.



Buon Vento.

giovedì 28 agosto 2014

Un accessorio utile per gli ormeggi



Quante volte vi sarebbe stato utile poter far passare una cima all'interno di una boa, galloccia o anello senza scendere dalla barca, senza uso di tender e senza alcun aiuto ma non avete saputo come fare? 
Potete farlo grazie al mezzo marinaio passacima Hook & Moor , un accessorio utile e sempre pronto all'uso. 
In posizione di " blocco " Hook & Moor è un classico mezzo marinaio, ma una volta sbloccato e armato con una cima si trasforma in un gancio d'accosto passacima



Queste sono le sue caratteristiche principali
- Tirare la cima d'ormeggio attraverso un anello, galloccia, boa ecc.... 
- Spingere la cima d'ormeggio attraverso un anello d'ormeggio orizzontale o galloccia a cancello 
- Far passare la cima attraverso un anello per poi recuperarla a doppino senza sforzo, senza rischi e senza aiuto in banchina 
- E' galleggiante, facile da recuperare se cadesse in acqua 
- Non richiede il passaggio di una sagola "Testimone" , ma usa direttamente la sua cima d'ormeggio 
- E' così solido che può essere usato anche per spingersi o allontanarsi 
- Funziona anche con anelli fissati a terra ( orizzontali ) dove altri ganci non trovano spazio operativo 
Così grazie a Hook & Moor gli ormeggi possono diventare più semplici e sicuri, in un attimo si potrà completare l'ormeggio senza salti o pericolosi equilibrismi . 
Hook & Moor è costruito in alluminio forgiato e fibra di vetro rinforzata con PA 66 .
Questo video mostra l'utilizzo



Buon Vento.